domenica 4 settembre 2016

"Io prima di te", ma chi me l'ha fatto fare?!? SPOILER ALERT

Probabilmente con questo post sto per inimicarmi due terzi della popolazione femminile, ma che vi devo dire.. a me non è piaciuto! Ho preso in prestito dalla biblioteca Io prima di te della Moyes per tenermi al passo, vista l'imminente uscita del film tratto dal romanzo nelle sale cinematografiche italiane; così, giusto per sapere di cosa stavano parlando sul web tutte queste donne con la bava virtuale alla bocca.     
Potete dire che è una storia d'amore, potete dire che è un libro sull'eutanasia, ma mi trovo in assoluto disaccordo con tutte le lodi che sono state tessute su queste pagine. Trovo che i personaggi siano scialbi e la storia prevedibile. Ho divorato il libro in due giorni solo per la fretta di porvi fine, sperando con tutta me stessa che l'autrice non avesse per giunta rovinato il finale con un colpo di scena alla Lazzaro con tanto di vissero felici e contenti.
Ho apprezzato il sarcasmo di Will, il realismo con cui viene affrontato il problema della disoccupazione e della regressione economica, e dentro di me è scoppiato un URRA' quando subito dopo il primo bacio Will rifiuta Miss Clark. (non fate quello sguardo torvo, prego, non è che io sia così cinica, ma vedo le emozioni da un'altra prospettiva).
Questo libro non mi ha commosso, non mi ha entusiasmato, non mi ha lasciato quella sensazione di nostalgia per i personaggi e la storia che provo alla fine di un buon libro, non ha lasciato tracce dentro di me, solo delusione. Non mi sento di consigliare questo libro a nessuno, insomma.
Mi piacerebbe sapere cosa ci ha trovato di così emozionante il resto delle lettrici che seguo e inizio a pormi qualche domanda sull'intensità delle emozioni delle persone nella vita reale ma poi va a finire che ci litigo.. 






2 commenti:

  1. Ciao streghetta! Una voce fuori dal coro ci sta, anzi deve esserci, se no saremmo tutti uguali e sai che noia???
    Io ho adorato il libro, mi ha accompagnato durante una tragica perdita, mi ha commossa, emozionata, toccata...e il film ancora di più!
    Ho trovato tutto perfetto, fedele allo scritto, la Moyes è davvero capace.
    Forse non l'hai gustato a pieno a causa di una lettura troppo frettolosa, oppure non era il suo momento, o semplicemente non è nelle tue corde.
    De Gustibus.

    RispondiElimina
  2. Ciao Cuore! Credo si tratti proprio di una faccenda di gusti.. Perché mi era già capitato con altri libri del genere. Per fortuna, come dici, non siamo tutti uguali! Un caro saluto e grazie per essere passata a curiosare

    RispondiElimina